Ultimi argomenti
» ** Ad una donna meravigliosa **
Ven Lug 18, 2014 3:02 pm Da ROSPETTAFOREVER

» Dillo con un fiore
Ven Mag 23, 2014 12:39 am Da ROSPETTAFOREVER

» ** Si balla **
Gio Mag 22, 2014 11:58 pm Da perla

» ** Persone speciali **
Ven Feb 14, 2014 8:05 pm Da simona

» ** Donne **
Mar Gen 14, 2014 11:30 pm Da perla

» ** Ciao Susy **
Ven Dic 06, 2013 1:02 am Da perla

» ** Pensieri **
Ven Dic 06, 2013 12:52 am Da perla

» ** Frittate **
Gio Nov 28, 2013 5:10 am Da merlin

» ** Delusioni **
Mar Nov 05, 2013 4:48 am Da perla

» ** La vita **
Mar Ott 15, 2013 2:37 am Da perla


** Leggende **

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

** Leggende **

Messaggio  perla il Ven Feb 11, 2011 1:04 am




LA LEGGENDA DELLA LUNA PIENA

In una calda notte di luglio di tanto tempo fa un lupo, seduto sulla cima di un monte, ululava a più non posso.

In cielo splendeva una sottile falce di luna che ogni tanto giocava a nascondersi dietro soffici trine di nuvole, o danzava tra esse, armoniosa e lieve.

Gli ululati del lupo erano lunghi, ripetuti, disperati. In breve arrivarono fino all’argentea regina della notte che, alquanto infastidita da tutto quel baccano, gli chiese:

- Cos’hai da urlare tanto? Perché non la smetti almeno per un po’?-

- Ho perso uno dei miei figli, il lupacchiotto più piccolo della mia cucciolata. Sono disperato… aiutami! - rispose il lupo.

La luna, allora, cominciò lentamente a gonfiarsi. E si gonfio, si gonfiò, si gonfiò, fino a diventare una grossa, luminosissima palla.

- Guarda se riesci ora a ritrovare il tuo lupacchiotto - disse, dolcemente partecipe, al lupo in pena.

Il piccolo fu trovato, tremante di freddo e di paura, sull’orlo di un precipizio. Con un gran balzo il padre afferrò il figlio, lo strinse forte forte a sé e, felice ed emozionato, ma non senza aver mille e mille volte ringraziato la luna. Poi sparì tra il folto della vegetazione.

Per premiare la bontà della luna, le fate dei boschi le fecero un bellissimo regalo: ogni trenta giorni può ridiventare tonda, grossa, luminosa, e i cuccioli del mondo intero, alzando nella notte gli occhi al cielo, possono ammirarla in tutto il suo splendore.

I lupi lo sanno… E ululano festosi alla luna piena.
avatar
perla
Admin

Messaggi : 2372
Data d'iscrizione : 05.06.10
Età : 30
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il cacciatore

Messaggio  simona il Dom Mar 13, 2011 8:04 pm




Molto tempo fa viveva un famoso cacciatore. Un giorno, mentre stava tornando a casa portando degli uccelli che aveva cacciato, vide un piccolo serpente dai colori splendenti e vivaci, che aveva un aspetto amichevole. Il cacciatore si fermò e lo osservò per qualche momento. Pensò che poteva essere affamato e così gli gettò uno dei suoi uccelli. Poche settimane dopo, passando per lo stesso luogo con alcuni conigli, vide nuovamente il serpente. Era sempre meraviglioso e aveva un atteggiamento amichevole, ma era cresciuto appena di poco. Gli gettò un coniglio e disse: "Salve", mentre riprendeva il cammino verso casa.
Qualche tempo dopo vide ancora il serpente. Era diventato molto grosso, ma aveva ancora il suo atteggiamento amichevole e sembrava che avesse fame. Il cacciatore stava portando a casa dei tacchini, così si fermò e ne diede un boccone al serpente.
In seguito il cacciatore stava andando a casa portando due daini sulla schiena. Questa volta il serpente dai bei colori, che era diventato molto grosso, sembrava così affamato che il cacciatore provò pena per lui e gli diede un intero daino da mangiare. Quella notte molte persone intorno al fuoco danzavano e cantavano, quando arrivò il serpente che cominciò anche lui a girare attorno, all'esterno di quelli che danzavano. Quel serpente era così grosso e lungo che circondava i danzatori e quelli ne erano come imprigionati. Il serpente era tutto ricoperto di squame graziosamente colorate e aveva sempre il suo atteggiamento amichevole, ma sembrava anche affamato e la gente cominciava ad aver paura. Cercarono di uccidere il serpente, ma questi ferito cominciò a battere la coda all'impazzata e uccise molte persone.
Dicono che quel serpente era proprio come l'uomo bianco.

tratto da: la Leggende degli Indiani d'America
avatar
simona

Messaggi : 442
Data d'iscrizione : 05.02.11
Età : 25
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La leggenda del dream catacher

Messaggio  perla il Dom Mar 27, 2011 1:27 am




Molto tempo prima che arrivasse l’uomo bianco, in un villaggio Cheyenne

viveva una bambina il cui nome era NUVOLA FRESCA.

Un giorno la piccola disse alla madre, ULTIMO SOSPIRO DELLA SERA:

” quando scende la notte, spesso arriva un uccello nero a nutrirsi,
becca pezzi del mio corpo e mi mangia finché non arrivi tu,
leggera come il vento e lo cacci via. Ma non capisco cosa sia tutto questo”.

Con grande amore materno ULTIMO SOSPIRO DELLA SERA
rassicurò la piccola dicendole:
“le cose che vedi di notte si chiamano sogni e l’uccello nero
che arriva è soltanto un’ombra che viene a salvarti”
NUVOLA FRESCA rispose: “ma io ho tanta paura,
vorrei vedere solo le ombre bianche che sono buone”.

Allora la saggia madre, sapeva che in cuor suo sarebbe
stato ingiusto chiudere la porta alla paura della sua bimba,
inventò una rete tonda per pescare i sogni nel lago della notte,
poi diede all’oggetto un potere magico: riconoscere i sogni buoni,
cioè quelli utili per la crescita spirituale della sua bambina,
da quelli cattivi, cioè insignificanti e ingannevoli.

ULTIMO SOSPIRO DELLA SERA costruì tanti dream catcher e
li appese sulle culle di tutti i piccoli del villaggio Cheyenne.
Man mano che i bambini crescevano abbellivano il loro acchiappasogni
con oggetti a loro cari e il potere magico cresceva,cresceva,insieme a loro …
Ogni Cheyenne conserva il suo acchiappasogni per tutta la vita,
come oggetto sacro portatore di forza e saggezza.

Ancora oggi,a secoli di distanza,ogni volta che nasce un bambino,gli Indiani
costruiscono un DREAM CATCHER e lo collocano sopra la sua culla.
Con un legno speciale, molto duttile, plasmano un cerchio,
che rappresenta l'universo, e intrecciano al suo interno una rete
simile alla tela del ragno. Alla ragnatela assegnano quindi il compito
di catturare e trattenere tutti i sogni che il piccolo farà.

Se si tratterà di sogni positivi,
il dream catcher li affiderà al filo delle perline
(le forze della natura) e li farà avverare.
Se li giudicherà invece negativi,
li consegnerà alle piume di un uccello e li farà portare via,
lontano, disperdendoli nei cieli...

_________________
IL VERO AMORE è COME UNA FINESTRA ILLUMINATA IN UNA NOTTE BUIA
avatar
perla
Admin

Messaggi : 2372
Data d'iscrizione : 05.06.10
Età : 30
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Detto indiano

Messaggio  ROSPETTAFOREVER il Ven Lug 13, 2012 11:41 pm




Una sera un anziano capo Cherokee
racconto' al nipote la battaglia
che avviene dentro di noi.
Gli disse: " Figlio mio la battaglia è
fra due lupi che vivono dentro noi.
Uno è infelicita', paura, preoccupazione,
gelosia, dispiacere, autocommiserazione,
rancore, senso d' inferiorita'.
L' altro è felicita', amore,
speranza, serenita',
gentilezza, generosita',
verita', compassione ".
Il piccolo ci penso' su un minuto,
poi chiese: " Quale lupo vince? ".
L' anziano Cherokee rispose semplicemente:
" Quello a cui dai da mangiare ".


( Web )

_________________
Rospettaforever

avatar
ROSPETTAFOREVER
Admin

Messaggi : 7718
Data d'iscrizione : 05.06.10
Età : 53
Località : TOSCANA

Vedi il profilo dell'utente http://chatamica.subjectdone.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: ** Leggende **

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum